Sasso-Fratino-Integral-Reserve-_0

Granfondo del Capitano Wild Edition: “bruciati” in un solo giorno i primi cento dorsali

Bagno di Romagna (FC) – Il fascino di una storia, il legame con la terra, la forza di una personalità sono racchiuse in una manifestazione: la Granfondo del Capitano. Un evento che nella stagione 2018, domenica 10 giugno, si trasforma in Wild Edition per raccontare il respiro del territorio che circonderà i ciclisti in gara, per unire avventura e competizione in un contesto paesaggistico unico come il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna, che comprende la Riserva Integrale di Sasso Fratino e le faggete vetuste recentemente inserite nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Intanto in sole ventiquattro ore sono stati assegnati i cento dorsali e i trenta ingressi in prima griglia ad una quota promozionale di 29 euro, voluti da comitato organizzatore dell’evento per #condividere questa entusiasmante avventura con il maggior numero dei protagonisti di questa affascinate attività sportiva e permettere loro di regalare e regalarsi emozioni.

Il più veloce ad effettuare l’iscrizione è stato Riccardo Bernabini, trentatreenne ingegnere di San Piero in Bagno. Si allena sulle strade della granfondo e alterna l’attività in mountain bike a quella su strada. Il suo obiettivo primario è svolgere attività sportiva per mantenere uno stato di salute ottimale. Spesso in estate è costretto ad allenarsi all’alba, dalle cinque alle otto, prima di andare a lavorare o la sera dalle diciotto alle ventuno. Poi nel weekend le uscite con i compagni di squadra ed amici.

“Ho iniziato a pedalare sei anni fa – afferma Bernabini – ma nonostante ho partecipato ad alcune granfondo, ho mantenuto comunque una sana passione per il ciclismo pedalato senza lasciarmi trasportare dall’ardore agonistico. Anche quest’anno ho partecipato alla Granfondo del Capitano che si è svolta un mese dopo l’arrivo di una tappa del Giro a Bagno di Romagna. Un’emozione grandissima tornare a pedalare sulle strade della corsa rosa. Nel 2018 parteciperò alla Granfondo del Capitano Wild Edition, un’avventura entusiasmante lungo le strade del comprensorio tosco romagnolo e alla Granfondo Via del Sale di Cervia”.

Iscrizioni. Le iscrizioni saranno riaperte martedì 2 gennaio 2018 e verranno assegnato cento dorsali, quota d’iscrizione 30 euro

ZWS1

ZWS 2017: UNA FESTA FINALE RICCA DI EMOZIONI

ZWS 2018 ESAURITI 500 ABBONAMENTI – RIAPERTURA PER ULTIMI 100 LOCATION E ORGANIZZAZIONI 2018 FRA LE MIGLIORI IN ITALIA

Si è conclusa sabato 9 dicembre 2017 a Riccione, presso l’incantevole location dell’Hotel Corallo, fra gli applausi di oltre trecento appassionati accorsi da tutta Italia, l’Edizione 2017 dello Zero Wind Show, circuito che premia la passione di ogni singolo partecipante, perché in questa festosa serata sono stati insigniti di targhe e cadeaux tecnici di ogni genere tutti, ma proprio tutti i presenti che hanno scelto di essere parte dello Zero Wind Show.

La prima tranche della serata è stata dedicata alla ricca presentazione del Calendario ZWS2018 che ha visto i singoli organizzatori descrivere con passione e grande accuratezza le manifestazioni del circuito 2018. Dopo una breve introduzione del responsabile nazionale ACSI Ciclismo Emiliano Borgna, la parola è passata a Vittorio Mevio, patron delle Granfondo Laigueglia (prima prova del Calendario ZWS2018 – 25 febbraio 2018) e della Granfondo Gavia e Mortirolo (ottava prova – 24 giugno 2018) che ha sottolineato l’assoluta supremazia del fattore sicurezza come punto fermo nell’operato di un’organizzazione seria, concetto che è stato più volte ribadito e ripreso da tutti gli organizzatori presenti.

Successivamente ha sfilato Luigina Liotto, in rappresentanza della Gran Fondo Liotto città di Vicenza, new entry 2018 di scena il 22 aprile (terza prova del circuito) che ha raccontato, con voce commossa, la storia della sua famiglia, appassionata da generazioni di ciclismo e di biciclette, e il grandissimo impegno profuso per realizzare una manifestazione bella e sicura come la gf Liotto nel cuore della città vicentina.

Terzo intervento, quello di Tazio Palvarini, nella doppia veste di organizzatore del Colnago Cycling Festival (seconda prova – Desenzano del Garda: 6/7/8 aprile 2018) e della Granfondo Bike Division Peschiera del Garda (nona prova – 23 settembre 2018) promotore da sempre di eventi di altissimo profilo, dove lo sport si intreccia in armonia con il territorio, l’intrattenimento, la Storia e l’Arte, per offrire a tutti uno spettacolo completo e variegato che possa soddisfare qualsiasi palato.

E’ la volta della giovane, ma in grande ascesa granfondo L. Avesani Verona Cycling Marathon, quarta prova del circuito, che, attraverso la voce di Marino Martini, è stata introdotta con tutte le sue novità, a partire dalle presenze eccellenti, come Paolo Savoldelli e Paola Pezzo, le iniziative eno-gastronomiche volte a valorizzare le eccellenze del territorio e infine il fascino imbattibile della partenza /arrivo in Piazza Bra al cospetto di uno dei monumenti simbolo dell’arte italiana nel mondo, l’Arena, che è solo uno dei fiori all’occhiello offerti ai partecipanti, senza dimenticare la Valpolicella e la Lessinia.

La parola passa a un’altra Lady delle Granfondo, ovvero Gloria Trettel, volto ed energia viva di Marcialonga, sesta tappa dello ZWS2018 prevista per il 27 maggio a Predazzo. Partendo da una gara di sci di fondo, con il tempo è maturata la scelta di sviluppare Marcialonga in direzione di altre discipline come running e ciclismo. Panorami mozzafiato, organizzazione scrupolosissima, testimonial di eccellenza in campo sportivo fanno ogni anno la differenza, premiando con una crescita costante chi ha creduto in una formula così innovativa.

A chiudere gli interventi degli organizzatori un’altra new entry di grande appeal, la Granfondo del Capitano, sesta prova del calendario ZWS2018, una Wild Edition, come l’ha voluta definite Massimo Bardi, che ha sottolineato i valori dello sport pulito e sano, della valorizzazione del territorio – natura, gastronomia e wellness – invitando tutti a scoprire le bellezze di Bagno di Romagna e lo straordinario tracciato della gf del Capitano, considerato uno dei più belli nel panorama delle granfondo italiane.

Finiti gli interventi, finalmente si è giunti alle premiazioni, partendo dai brevettati per giungere a tutti i vincitori di categoria, accompagnati dagli applausi e dai flash dei fotografi.
Fra le premiazioni, si fa menzione dei 4 team che si sono conquistati, oltre che il podio, un ricco premio in denaro e splendide biciclette messe in palio.

Precisamente il team KTM ASD Scatenati, vincitori di un premio del valore di euro 1000,00 (primo posto), il team ASD Nuovo Parco dei Ciliegi, a cui sono andati euro 750,00 (secondo posto), il Gianluca Faenza Team, vincitore del premio del valore di euro 500,00 (terzo posto) ed infine Biemme Garda Sport Team, piazzato al quarto posto con un premio di euro 250,00.

Fra i tanti doni distribuiti: i guanti invernali firmati Zero Wind, gli accessori tecnici a compressione graduata Biotex, magliette, attestati e tanto ancora.

La serata si è poi conclusa con la prelibata cena a buffet per tutti i presenti che si sono congratulati con gli organizzatori, esprimendo grande entusiasmo e soddisfazione per quanto è stato loro offerto, non solo durante la serata, ma attraverso il messaggio stesso del Circuito: qualità autentica, sicurezza al primo posto e tanta passione condivisa insieme.

Si ricorda infine che, dopo il raggiungimento del tetto dei 500 abbonamenti, il comitato organizzatore dello Zero Wind Show, per rispondere alle tante richieste pervenute, riapre le iscrizioni per gli ultimi 100 abbonamenti.
Per informazioni e iscrizioni consultare il sito ufficiale del circuito: www.zerowindshow.com

Comunicato stampa:
Press Office ZWS2018
info@zerowindshow.com

Gf capitano

Mercoledì 22 novembre l’apertura delle iscrizioni alla Granfondo del Capitano Wild Edition

Assegnati i primi cento dorsali ad una quota di adesione promozionale di 29 euro.

Ai primi trenta iscritti verrà assegnata la prima griglia

Bagno di Romagna (FC) – “E’ l’incertezza che affascina. La nebbia rende le cose meravigliose” il pensiero di Oscar Wilde unito allo spunto simbolico che offre l’immagine, riassume efficacemente il concept della Granfondo del Capitano Wild Edition.

Un’edizione, quella che si terrà il prossimo 10 giugno, che unisce l’impegno verso la sostenibilità ambientale alle caratteristiche naturali uniche di questo territorio, dando un tocco di avventura e competitività che non possono proprio mancare in una gara ciclistica immersa nel verde. Tutto sarà wild, tutto sarà natural: dalle attività di sensibilizzazione ai temi green sino al materiale promozionale (stampato in carta riciclata), dal pacco gara realizzato con materiale ecologico agli alimenti derivanti da agricoltura.

Le iscrizioni all’evento saranno aperte mercoledì 22 novembre attraverso il sito della manifestazione e il timing Sms Sport http://www.sms-sport.it/ . Verranno assegnati i primi cento dorsali ad una quota promozionale di euro 29. Ma le emozioni non finiscono qui. Ai primi trenta iscritti, che vorranno partecipare alla manifestazione per scoprire il legame tra passione, cultura, territorio e gastronomia, verrà assegnata la prima griglia.

Non perdere l’occasione. Cerchia nel tuo calendario la data di mercoledì 22 novembre e inizia la tua corsa alla conquista del dorsale.

Guarda il video promo della manifestazione, chiudi gli occhi e inizia a sognare

Trapianto .... e adesso sport

Capitani coraggiosi al via della Granfondo del Capitano Pink Edition

Bagno di Romagna (FC) – I giorni del Capitano… in bicicletta. Saranno quelli del prossimo weekend, durante i quali Bagno di Romagna, il comprensorio dell’Appennino tosco romagnolo, il parco nazionale delle foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna faranno da cornice naturale alla Granfondo del Capitano Pink Edition.

Capitani coraggiosi in bicicletta sono i due ciclisti trapiantati che parteciperanno all’evento, grazie al progetto “Trapianto …. e adesso sport” promosso dal Centro Nazionale Trapianti.

“Lo sport è da tempo una terapia riconosciuta dal mondo medico. È importante per tutti perché previene l’insorgere di malattie, ma lo è ancora di più per chi ha già problemi di varia natura. Nel trapiantato in particolare – sottolinea il Dott. Giovanni Mosconi referente nazionale del progetto – lo sport e un corretto stile di vita concorrono a prevenire e curare disfunzioni metaboliche quali il diabete o l’arteriosclerosi, che spesso insorgono in seguito al trapianto a causa dei farmaci immunosoppressori. Praticare lo sport è inoltre sintomo di partecipazione attiva e in prima persona al recupero della normalità, opponendosi all’atteggiamento passivo e medicalizzato per cui ci si affida, impotenti, alle cure del medico. Un trapiantato che pratica sport (non necessariamente a livello agonistico) è una delle testimonianze più immediate del successo di questa terapia. È inoltre un simbolo importante che infonde fiducia ed energia e stimola altri trapiantati (che si sentono ancora malati) a fare lo stesso. L’ulteriore passo avanti costituito dall’aspirazione a raggiungere livelli agonistici testimonia il desiderio non solo di tornare alla vita di sempre, ma anche di eccellere, non solo di tornare ad essere come gli altri, ma di essere addirittura “più” degli altri”.

I due ciclisti trapiantati pedaleranno insieme al Dott. Alessandro Nanni Costa, direttore del Centro Nazionale Trapianti, Dott. Gianluigi Sella responsabile Medicina dello Sport e Promozione dell’attività fisica Ravenna e Giovanni Mosconi direttore unità operativa trapianti Ospedale Morgagni Pierantoni di Forlì.
“Recentemente si è svolto un incontro con gli organizzatori della manifestazione – continua Mosconi – e abbiamo stabilito che per quest’anno visto il poco tempo rimasto alla manifestazione partecipare soltanto una rappresentanza dei ciclisti che aderiscono al progetto, mentre nella prossima edizione la manifestazione sarà inserita nel programma eventi del progetto stesso”.

E a proposito di capitani, al via dell’ottava edizione della Granfondo del Capitano Pink Edition vi sarà l’ex calciatore umbro Fabrizio Ravanelli, che per diversi anni ha sognato di diventare capitano della Juventus. “Poco dopo la vittoria della Champions, Umberto Agnelli mi chiamò nel suo ufficio per annunciarmi che presto sarei entrato nella storia come capitano e cannoniere bianconero” ricorda Penna Bianca, ma nella stagione ’96 la Juventus decise di cederlo al Middlesbrough e quella fascia rimase soltanto un bellissimo sogno. Nonostante la delusione però è stato inserito nella Hall of Fame bianconera che racchiude i cinquanta calciatori più rappresentativi della Vecchia Signora e oggi dopo aver abbandonato anche il ruolo di telecronista lavora nel mondo del calcio come allenatore e segue i suoi figli che giocano a calcio.

I numerosi impegni all’estero non gli permettono di partecipare a molte manifestazioni ciclistiche. Quest’anno con i colori della Alè Cipollini ha preso il via soltanto alla Granfondo degli Squali e Via del Sale ma la gara di Bagnara rappresenta un importante test per valutare il grado di preparazione raggiunto sino a questo momenti in vista della Maratona Dles Dolomites Enel. “Lo scorso anno ho provato a partecipare alla Granfondo del Capitano, ma le avverse condizioni meteo mi hanno costretto a desistere. Quest’anno sarò al via per preparare la Maratona delle Dolomiti. E quale miglior banco di prova se non la gara bagnese?”.

Infine in griglia entrerà anche Emiliano Borgna, capitano del ciclismo targato Acsi Ciclismo, sotto l’egida del quale si svolgerà la manifestazione

Lo chef Paolo Teverini

Pasta party gourmet alla Granfondo del Capitano Pink Edition

Bagno di Romagna (FC) – “Esprimo attraverso i miei piatti, le mie emozioni, le mie conoscenze” ama sottolineare Paolo Teverini, uno chef molto preparato che affronta il palato senza perdere comunque di vista la salubrità e il calcolo delle calorie.
Lo chef del ristorante bagnese che porta il suo nome, ancora oggi citato nelle più rinomate guide enogastronomiche del paese e ha ricevuto un cappello nella prestigiosa guida de l’Espresso che ne esalta in particolare “l’impeccabile anatra allo spiedo in doppio servizio e la cantina monumentale”, il riconoscimento “Corona Radiosa” sulla nuova guida “Il Gatti Massobrio” e per il trentunesimo anno ha visto la sua carta dei vini ottenere il massimo punteggio sulla guida del Gambero Rosso, ha pensato il menù del pasta party dell’ottava edizione della Granfondo del Capitano Pink Edition.

“Sarà un menù equilibrato realizzato sulla base delle esigenze di un ciclista, che dopo aver terminato la sua fatica ha bisogno di assumere determinati cibi per riequilibrare e reintegrare le perdite idrosaline, favorire la risintesi del glicogeno muscolare consumato, riparare i danni strutturali conseguenti allo sforzo sostenuto ed evitare un ulteriore sovraccarico metabolico. Il pranzo dovrà essere costituito – continua Teverini – da cibi cucinati nel modo più semplice possibile e facilmente digeribili. La loro composizione dovrà prevedere una discreta quantità di carboidrati complessi, una parte proteica ad alto valore biologico e una piccola quantità di condimento vegetale, sottoforma di olio d’oliva”.

Pasta party. “Noi abbia previsto quattro pietanze da distribuire al termine della gara. Iniziando da un prodotto della nostra terra e tradizione: la Panzanella. Costituita da tre verdure, aceto, olio di oliva è un alimento fresco che non subisce alcuna cottura e risulta appetitoso allo sportivo. Il primo sarà un piatto di tagliolini al forno con salsa ai funghi porcini. Il secondo, carne bianca ovvero petto di pollo, cotto a bassa temperatura circa 70° e per un tempo limitato accompagnato da verdure di stagione.
Il petto verrà cotto sotto vuoto per evitare la dispersione dei sali minerali e delle sostanze nutritive della carne. Inoltre la cottura a bassa temperatura permette di non bruciare le proteine della carne e di non disperdere completamente le vitamine. La carne poi servita risulterà tenera perché attraverso la cottura a bassa temperatura il collagene, la parte più fibrosa della carne, tende a sciogliersi e dunque risulterà più gustosa e digeribile. In chiusura una panna cotta”

Aspettando la Gran Fondo del Capitano

vide

Si parla di Gran Fondo del Capitano a TV San Marino

iNBiCi Passione sui Pedali – Puntata del 25/05/2017

Garda il video: clicca qui

Conduce Gianluca Giardini.
Ospiti della serata Silvano Antonelli, presidente del Gruppo Sportivo Progetti Scorta che – da Scarponi a Hayden – parlerà delle ultime tragedie che hanno funestato il mondo del ciclismo, rilanciando i temi della sicurezza sui pedali; e Massimo Bardi, organizzatore della Gran Fondo del Capitano di Bagno di Romagna, la località che lo scorso 17 maggio ha ospitato una tappa del Giro d’Italia.

FiberPasta_gruppo

FiberPasta e Granfondo del Capitano ti regalano l’energia giusta per vincere la tua sfida sulle strade del Giro 100

FiberPasta e Granfondo del Capitano ti regalano l’energia giusta per vincere la tua sfida sulle strade del Giro 100
FiberPasta http://www.fiberpasta.it/ è stata una delle prime aziende italiane a promuovere il concetto di alimentazione a basso indice glicemico, funzionale per la dieta di chi pratica sport ed utile per il controllo del peso e del colesterolo. FiberPasta oggi non è solo pasta, ma è anche farina, piadina, pane, pizza, snack e biscotti… tutti prodotti rigorosamente a basso indice glicemico e alto contenuto di fibra, per offrire dalla colazione alla cena una linea completa di alimenti funzionali, sani e buoni!
I prodotti FiberPasta sono caratterizzati da un alto contenuto di fibra e da un basso indice glicemico. Per queste caratteristiche, i nostri prodotti sono consigliati da medici dello sport, dietologi, nutrizionisti nelle diete per l’alimentazione dello sportivo* grazie al lento rilascio dei carboidrati che mantiene l’energia per un tempo più prolungato.

Pacco gara per le donne Granfondo del Capitano

Granfondo del Capitano: il rosa che emoziona

Bagno di Romagna (FC) – Certe emozioni si raggiungono solo in bici. Iscrivendosi alla Granfondo del Capitano Pink Edition, in programma domenica 18 Giugno, certe emozioni si raggiungono già un mese prima della data di svolgimento dell’evento, quando il Giro del Centenario farà tappa a Bagno di Romagna e i protagonisti della corsa rosa gareggeranno lungo le strade della Granfondo. Emozioni che si ripeteranno anche il giorno prima della manifestazione quando i partecipanti riceveranno il ricco pacco gara.

Emozioni nel consultare e scaricare gratuitamente le proprie foto scattate dal service fotografico Fotoravenna lungo il percorso di gara, che la Granfondo del Capitano regala a tutti i partecipanti. All’interno del pacco gara infatti i ciclisti troveranno le istruzioni per scaricare tutte le foto attraverso il pacchetto file.

“Lo Studio Photò di Ravenna  è conosciuto in ambito sportivo come Agenzia “Fotoravenna” (www.fotoravenna.com o .it) – sottolinea Davide Drei – abbiamo fatto il suo esordio nel mondo della fotografia sportiva 10 anni fa e oggi seguiamo numerose manifestazioni in diverse discipline sportive come podismo, danza classica e moderna, ginnastica ritmica e artistica.  Recentemente abbiamo realizzato un sito web rapido e intuitivo (www.cercafoto.fotoravenna.it) per permettere agli sportivi di cercare e scaricare agevolmente i file in alta definizione della loro prestazione. Naturalmente ai ciclisti chiediamo di mettere in evidenza il numero sulla bicicletta e il proprio dorsale, che sarà poi utile nella fase di ricerca delle foto”.

Emozioni nel trascorrere una notte, in compagnia di un altro adulto pagante, in una delle strutture convenzionate con la manifestazione sfruttando il voucher che i ciclisti troveranno all’interno del pacco gara e che potranno utilizzare dalla sera di domenica 18 giugno sino al 31 dicembre 2017.

Emozioni uniche nel partecipare ad una manifestazione che nel suo pacco gara ha riassunto l’ospitalità di questa terra, pensando a tutto quello che può essere utile al partecipante in gara e anche dopo. Il gadget e i prodotti offerti dalla Named Sport, il mix di frutta secca per sportivi Eurocompany da utilizzare per assumere energie durante la gara evitando crisi di fame, una crema sottosella linea Dermovitamina e un detergente corpo Saugella per lenire eventuali problemi sorti durante la gara forniti dalla Farmacia del Bivio. Mentre la Farmacia del Bivio ha voluto arricchire il pacco gara destinato alle donne con alcuni prodotti della linea Cormal e prodotti per la cura del corpo della linea Farmacia del Bivio.

E ora corri a provare l’emozione di iscriverti alla Granfondo del Capitano

Granfondo del Capitano Pink Edition – Bagno di Romagna – 18 Giugno 2017

Forlimpopoli (FC) – “Produciamo furgoni con un alto grado di personalizzazione e per svariati utilizzi, per soddisfare quanto più possibile le esigenze di chi trasporta merce a temperatura controllata. Il prodotto finale deve rispondere alle necessità di trasporto e proprio per questo viene costruito dopo un approfondito confronto con i nostri clienti. Ogni mezzo può essere considerato un pezzo unico: non imponiamo ai nostri clienti soluzioni standard realizzate su base industrializzata – continua Claudio Vestrucci, Amministratore Unico di Puntobox Furgoni Srl – che possono avere un costo inferiore, ma che non soddisfano appieno le aspettative del cliente.”

Ideale si potrebbe definire ciascun allestimento isotermico prodotto dalla Puntobox Furgoni Srl, azienda nata nel 2008 e in seguito cresciuta grazie alle scelte di un “capitano” competente come Claudio Vestrucci e ad una squadra di professionisti con esperienza pluridecennale, capace di progettare e realizzare il “vestito” giusto per qualsiasi veicolo industriale o commerciale. I furgoni per motrici e rimorchi, allestiti dalla Puntobox Furgoni Srl per il trasporto di carne, pesce, surgelati, congelati e qualunque altro tipo di prodotto che deve essere trasportato senza interruzione della catena del freddo e mantenere così inalterati i suoi valori nutritivi, sono riusciti in pochi anni a conquistare i mercati europei. Grazie alla costante qualità del prodotto fornito e alla puntualità con la quale rispetta gli impegni che prende con la clientela, l’azienda esporta oggi oltre il 70% della propria produzione in paesi molto sensibili a questi argomenti come la Germania, la Svizzera e l’Austria.

“La nostra azienda produce principalmente per conto terzi. Vendiamo poco il nostro prodotto al trasportatore che ne fa utilizzo, del quale intercettiamo comunque le esigenze, progettando e personalizzando il miglior prodotto per soddisfarne appieno le aspettative. L’investimento di sponsorizzazione alla GF del Capitano vuole essere considerato come un veicolo per fare conoscere il nostro prodotto anche a chi lo utilizza quotidianamente ed incrementare così le vendite agli autotrasportatori, utilizzatori finali. Non produciamo furgoni in serie da montare sui veicoli, ma prodotti customizzati che incontrano le esigenze del cliente. Oltre alla fase di progettazione e realizzazione – continua Vestrucci – monitoriamo costantemente il mercato per cercare soluzioni tecniche e prodotti innovativi da proporre alla clientela. Se richiesto, possiamo fornire anche allestimenti completi di gruppo frigorifero e sponde idrauliche.”

Capitano d’azienda appassionato di ciclismo, Claudio Vestrucci è il vice presidente della società ciclistica A.S.D. Scatenati, fondata insieme a suo cognato Stefano Laghi, presidente della società, e ad altri tre appassionati, che svolge attività amatoriale partecipando a manifestazioni su strada. Nata nel 2010 con solo 18 elementi, conta oggi su un gruppo di 80 ciclisti fortemente coeso e motivato.

“L’obiettivo principale dei dirigenti e ciclisti della squadra è il divertimento in sella alla propria bicicletta, senza denigrare l’aspetto competitivo, che porta il team alla partecipazione in forze alle principali granfondo.”

Il legame con la Granfondo del Capitano Pink Edition?

“E’ un legame ben saldo quello che ci lega al comitato organizzatore di questa manifestazione, che cresce stagione dopo stagione. Per noi la Gf del Capitano è in assoluto una delle Granfondo più belle. Il percorso che si sviluppa interamente nei nostri meravigliosi paesaggi non ha eguali. Quest’anno poi c’è la possibilità di poter gareggiare sulle stesse strade percorse dal Giro d’Italia. Non ci siamo lasciati sfuggire l’occasione di essere due volte protagonisti – sottolinea Vestrucci – partecipando in massa all’evento come A.S.D. Scatenati e sostenendo economicamente lo sforzo organizzativo della GF del Capitano attraverso l’impegno della Puntobox Furgoni Srl.”