Edizione Gold per i 10 anni della Gran Fondo del Capitano

Il 1 dicembre click day: per i primi 100, i pettorali costano 28 euro

Salta sui pedali e corri la Gran Fondo del Capitano ‘Gold Edition’ a Bagno di Romagna!

La Gran fondo più bella e impegnativa del Centro Italia festeggia i 10 anni di storia con un’edizione speciale: d’oro come la medaglia più ambita, d’oro come il traguardo raggiunto assieme ai 10.000 ciclisti che vi hanno partecipato e d’oro come il valore del territorio che attraversa, tra boschi secolari e paesi ricchi di storia compresi tra Emilia-Romagna e Toscana.

Un’offerta straordinaria aprirà ufficialmente le iscrizioni della gara in programma il 9 giugno 2019.
 I primi 100 pettorali, infatti, saranno venduti a soli 28 euro!Il click day è fissato per sabato 1 dicembre a partire dalla ore 12.00. 
Il sito www.granfondodelcapitano.it sarà preso d’assalto da tutti coloro che in questi anni hanno potuto godersi la bellezza dei percorsi e da tutti i ciclisti che sognano un traguardo in grado di emozionarli. 
L’offerta, a esaurimento, sarà valida fino allo scoccare della mezzanotte del 31 dicembre 2018. Poi il prezzo salirà. Sono possibili iscrizioni singole e di gruppo.

Il weekend dell’8 e 9 giugno sarà un appuntamento imperdibile per tutti gli amanti dei pedali. La Gran Fondo del Capitano partirà come sempre dal palazzo del Capitano nel centro di Bagno di Romagna e proporrà due itinerari da 75 e 140 chilometri di lunghezza. 
Anche quest’anno rientrerà nel calendario di competizioni del Romagna Challenge e dello Zero Wind Show.

La ‘gara regina’ in questi 10 anni è divenuta un must in tutta Italia. Con i suoi 3100 metri di dislivello si è guadagnata il rispetto degli ‘scalatori’ che, sulle orme del mitico Marco Pantani, si issano sui pedali per conquistare i quattro picchi che caratterizzano il percorso: Acquapartita (749 metri sul livello del mare, preceduta da 6 chilometri con pendenza compresa tra l’8 e il 15%), Passo dei Mandrioli (1173 metri, per raggiungerli si scalano oltre 660 metri di dislivello a una pendenza media del 6% ), Passo della Calla (i 1296 metri si toccano dopo poco meno di 12 Km di salita a pendenze che toccano un massimo del 12%) e in fine il Passo del Carnaio (ai 760 metri si arriva dopo circa 12 Km di salita, i primi con alcuni strappi al 15% di pendenza per poi proseguire al 4% di media). Non meno impegnativa, nel percorso di media distanza, è la scalata del Monte Fumaiolo (1400 metri d’altezza). Per raggiungere la vetta, da cui sgorga il Tevere, si affronta una distanza di 15 Km con pendenza media del 4%.

La Gran fondo del Capitano offre tutto ciò che di meglio può chiedere un atleta: Sport, Natura e Benessere. Tracciati sicuri e iconici, battezzati anche dal Giro d’Italia, la possibilità di rilassarsi in un centro termale all’avanguardia e un territorio straordinariamente ricco di biodiversità, basti pensare che il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi misura 5000 ettari, custodendo al suo interno faggi, aceri, frassini, olmi, tigli, tassi, pini, abetine, cerri e castagni e poi ancora cervi, daini, mufloni, caprioli, volpi, cinghiali e il lupo.

La Gran Fondo del Capitano, nata per gioco tra un gruppo di amici, ha sempre lanciato messaggi sociali positivi. Alcuni esempi su tutti: l’edizione a sostegno della campagna doping free, l’edizione dedicata alle donne in omaggio alla ‘carovana rosa’ e l’edizione wild a sostegno dell’ecologia. La gara inoltre ha da sempre promosso l’ecosostenibilità, la tradizione enogastronomica e contribuisce a valorizzare la vocazione turistica altamente specializzata per l’escursionismo a piedi o in bicicletta. 
Questo evento infatti, mixa l’attività agonistica alla passione della scoperta del paesaggio, consentendo ai partecipanti di gareggiare immersi in scenari unici e con viste panoramiche mozzafiato come ad esempio “gli scalacci”: i suggestivi gradoni di formazione marnoso arenacea divenuti uno dei simboli dell’evento.

E se la concentrazione e l’adrenalina in gara non consentono di prendersi il meritato tempo per godersi le bellezze naturali, sia nel pre che nel post-gara sarà possibile partecipare a una delle tante escursioni guidate off road in Mountain bike o in e-bike, oppure immergersi nella foresta secolare seguendo la rete di 20 percorsi pensati appositamente per gli amanti delle ruote tassellate.

La Gran fondo del Capitano è quindi un incentivo per mettersi alla prova su un percorso unico nel suo genere e al tempo stesso per vivere una vacanza di relax in armonia con la natura.